crowdfunding

Crowdfunding ed Equity Crowdfunding per investire in startup

Redazione BacktoWork 25/09/2020

Il crowdfunding o finanziamento collettivo è un fenomeno nato in Australia e negli Stati Uniti, attraverso il quale il promotore di un’iniziativa a carattere economico, sociale, culturale o benefico, richiede al pubblico indistinto (crowd), per lo più tramite Internet, somme di denaro, anche di modesta entità, per sostenere il proprio progetto.

Si tratta cioè di una raccolta di fondi rivolta a più individui che condividono un medesimo interesse o un progetto comune, oppure intendono finanziare un'idea innovativa o una iniziativa imprenditoriale. 

Esistono diverse tipologie di crowdfunding, distinte in base alla finalità per la quale si raccolgono le risorse finanziarie, oppure in relazione alla remunerazione prevista per i finanziatori. I modelli "classici" sono: 

  • donation based
  • reward based
  • royalty based 
  • social lending based
  • equity based.

Il modello equity based o finanziamento sotto forma di capitale di rischio

L’equity crowdfunding è forse la forma più diffusa di crowdfunding, soprattutto nel mondo delle startup. Sempre più imprese innovative, infatti, si affidano a questa modalità alternativa di finanziamento per raccogliere i fondi necessari per avviare o sviluppare la propria attività, ottenendo risorse finanziarie dal pubblico a fronte di quote di partecipazione nella società. 

Questo modello, prevedendo la partecipazione al capitale sociale dell’impresa, è regolamentato in Italia dalla Consob. Nel 2012 infatti, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di un canale di finanziamento alternativo rispetto al credito bancario, il Governo ha disciplinato lo svolgimento dell’attività di equity crowdfunding in Italia. Secondo la definizione adottata da Consob: “Si parla di equity-based crowdfunding quando tramite l'investimento on-line si acquista un vero e proprio titolo di partecipazione in una società: in tal caso, la “ricompensa” per il finanziamento è rappresentata dal complesso di diritti patrimoniali e amministrativi che derivano dalla partecipazione nell'impresa”.

Il ruolo delle piattaforme di equity crowdfunding è di riunire e far incontrare su un portale online i progetti presentati da startup e Pmi e l’interesse dei potenziali investitori, facilitando in questo modo la raccolta di capitale ed espandendo il bacino di investitori al di là della cerchia dei founder e dei venture capitalist. 


Potrebbe interessarti anche: