startup & pmi

Venture Capital (VC): cos'è e come finanzia le startup

Redazione BacktoWork 29/09/2020

Il venture capital (VC) è una forma di investimento di medio-lungo termine in imprese non quotate, ad alto potenziale di sviluppo e crescita (high growth companies). Consiste nell'apporto di capitale di rischio per finanziare l'avvio o la crescita dell'impresa in cambio di una partecipazione nel suo capitale sociale.

Si tratta di un investimento ad alto rischio, perché le aziende finanziate sono in genere startup, scaleup o Pmi innovative con un elevato potenziale di sviluppo, ma che presentano anche un'alta probabilità di fallimento. Tuttavia, a fronte dell'alto grado di rischio, in caso di successo il ritorno atteso dell’investimento sarà altrettanto elevato, con la possibilità di realizzare guadagni considerevoli. 

Coloro che fondano e gestiscono un fondo VC sono chiamati venture capitalist. Generalmente il VC non si limita al conferimento di capitale di rischio, ma sostiene lo sviluppo del progetto imprenditoriale attraverso l'apporto di competenze, relazioni e la partecipazione attiva alla governance e alle strategie aziendali.

In genere il VC seleziona le imprese su cui investire tenendo conto di alcuni fattori chiave. Innanzitutto, il progetto imprenditoriale deve essere attraente. Questo significa che deve proporre un prodotto/servizio innovativo e un modello di business scalabile e replicabile, in un mercato di riferimento in espansione. Ma nella scelta delle imprese target sono altrettanto rilevanti la qualità e la visione dei founder e un team con esperienza e capacità professionali. Inoltre, nel caso di startup già mature, che hanno validato il loro modello di business, entrano in gioco anche fattori più quantitativi come i risultati economici e finanziari conseguiti, il valore degli asset (tangibili e intangibili) e della produzione, le previsioni sull’andamento del business.


Potrebbe interessarti anche: