#23, Serie B da 16 milioni per Commerce Layer, 20 milioni per Habyt e il lancio di CyberXcelerator da parte di CdP Venture Capital, cos’è successo questa settimana?

Edoardo Reggiani 18/06/2021

Mentre il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale annuncia l’apertura del primo Italian Innovation and Culture Hub in Silicon Valley, arriva in settimana l’annuncio due round rilevanti di cui uno, quello di Commerce Layer, vede la partecipazione di diversi fondi VC internazionali e l’altro, quello di Habyt, è realizzato da una startup fondata da italiani all’estero.

Continua inoltre l’impegno sul territorio nazionale di CdP Venture Capital che annuncia, insieme al partner del progetto Startup Wise Guys, la nascita di un programma di accelerazione (CyberXcelerator) dedicato alle startup che operano nel settore del cybertech e dell’artificial intelligence.

Vediamo cos’è successo questa settimana:

 

Investimenti:

 

  • Commerce Layer, scaleup italiana fondata nel 2017 e attiva nel segmento e-commerce, ha annunciato la chiusura di un round Series B da 16 milioni di dollari guidato in qualità di lead investor da Coatue Management, al fianco degli investitori dei round precedenti Benchmark e Mango Capital. Il round, sottoscritto totalmente da investitori esteri, segue un Serie A da 6 milioni di dollari annunciato nel maggio 2020 guidato da Benchmark Capital, con la partecipazione di Mango Capital, DAXN, PrimeSet, SV Angel e NVInvestments

 

  • Habyt, la scaleup tedesca fondata dall’italiano Luca Bovone nel 2017 e attiva nel segmento co-living, ha annunciato la chiusura di un round da 20 milioni di euro a cui hanno partecipato Holtzbrink, Vorwerk, P101 SGR – attraverso il suo secondo veicolo P102 e ITALIA 500 (fondo di venture capital istituito da Azimut Libera Impresa sgr e gestito in delega da P101) – e Picus Capital. Nell’ambito dell’operazione Habyt acquisisce inoltre la società tedesca di coliving Homefully ampliando il proprio portafoglio con 1000 nuove unità abitative per un totale di oltre 5.000 in 15 città e 6 Paesi. Dopo le acquisizioni di Goliving,Erasmo’s Room e Quarters, quella di homefully rappresenta la quarta operazione conclusa da Habyt negli ultimi 12 mesi. 

 

  • B.group Spa, investment company bolognese facente capo alla famiglia Seragnoli, ha sottoscritto un aumento di capitale (dal valore undisclosed) aperto da DWS, società specializzata nella produzione e commercializzazione di soluzioni per l’additive manufacturing. I nuovi capitali serviranno a velocizzare il progetto strategico di crescita di DWS.

 

  • Agreen Capital, investment company che organizza club deal nel settore agro-alimentare e food tech con focus su prodotti healthy, speciali, e nutrizionali ha annunciato la raccolta dei primi 60 milioni di euro di soft commitment da investitori nazionali e internazionali su un target finale di 100 milioni. I membri del club sono professionali e istituzionali, prevalentemente family office, imprenditori, banche e fondazioni. 

 

  • Letsell, startup torinese fondata nel 2017 e attiva nel segmento e-commerce, ha annunciato l’apertura di un nuovo round da 3 milioni di euro, di cui un milione già sottoscritto da LIFTT, investment company anch’essa torinese (di cui avevamo già parlato qui). Al round ha partecipato anche Finbeauty srl, veicolo di investimento presieduto da Dario Belletti, già investitore della società, che ha investito 500 mila euro.

 

  • MotorK, scaleup milanese attiva nel digital automotive, sta valutando la quotazione alla borsa di Amsterdam. La notizia è stata data da Bloomberg secondo cui la società punta a raccogliere con l’IPO circa 150 milioni di euro ad una valutazione che può arrivare a 600 milioni di euro. I proventi della possibile quotazione verrebbero utilizzati dalla tech company per investire nella crescita e per potenziali acquisizioni.

 

M&A:

 

  • Il Gruppo Gedi, controllato indirettamente da Exor, ha annunciato di aver rilevato il 78% di AutoXY, società fondata nel 2008 che ha sviluppato uno tra i primi e principali motori di ricerca italiani specializzati nel mercato delle automobili. A vendere le quote realizzando l’exit è stato Vertis Venture, il primo fondo di venture capital gestito da Vertis sgr.

 

  • Jakala, martech company italiana e tra le prime in Europa, ha annunciato l’acquisizione di BMIND, consulting company indipendente spagnola fondata nel 2015 con 16 milioni di fatturato e più di 130 dipendenti, attiva nei servizi di digital transformation e business strategy. L’ingresso di BMIND si inserisce nel piano di sviluppo e internazionalizzazione di Jakala, consolidandone il posizionamento in Europa.

 

  • Il gruppo editoriale Citynewsha annunciato l’acquisizione, per un importo undisclosed, di GoalShouter, startup nata nel 2013 grazie a un seed-round di dpixel e attiva nel mondo dei club sportivi con servizi digitali. La società aveva raccolto capitali in diversi round e nel 2016 viene selezionata da TechStars & Virgin Media a Londra ed inizia ad offrire i propri servizi a squadre, leghe, media companies in tutta Europa.

 

Open Innovation, partnership e iniziative:

 

  • CDP Venture Capital Sgr ha annunciato la partenza della call di selezione per CyberXcelerator, un programma di accelerazione triennale dedicato alle startup che operano nel settore del cybertech e dell’artificial intelligence, sostenuto da investimenti complessivi per oltre 5 milioni di euro. CyberXcelerator sarà gestito da Startup Wise Guys, in collaborazione con l’Università della Calabria attraverso il suo incubatore TechNest, e vede la presenza di primari partner industriali fra cui Leonardo, Italgas e NTT DATA. La dotazione complessiva di CyberXcelerator sarà superiore a 5 milioni di euro di cui 2,5 milioni di euro stanziati dal Fondo Acceleratori di CDP Venture Capital Sgr insieme a Startup Wise Guys, per la fase di accelerazione, oltre a 2 milioni di euro per i successivi follow-on, che si aggiungono ai 600mila euro messi a disposizione dai partners industriali del progetto.

 

  • Italian Angels for Growth (IAG) e Banca Generali hanno annunciato la sottoscrizione di un accordo di partnership che prevede attività di co-investimento e scambio di deal-fow tra IAG e Bg4Real, il programma sviluppato da Banca Generali per creare un ponte tra risparmio privato ed economia reale. L’obiettivo è promuovere la crescita delle società italiane innovative, aprendole all’ingresso di nuovi capitali che ne favoriscano lo sviluppo. 

 

  • Nell’ambito di un progetto di Open Innovation, Banca Findomestic e Splittypay, fintech che ha sviluppato una tecnologia per shared payments, hanno collaborato per il lancio di MoneyPot, una colletta digitale disponibile per i clienti con conto corrente Findomestic ed accessibile dal proprio home banking.

 

 

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!