Impatto socio-economico dei Business Angel italiani: il report di Social Innovation Monitor

Redazione BacktoWork 01/03/2021

Il report sull'impatto dei Business Angel italiani realizzato da Social Innovation Monitor (SIM) in collaborazione con Angels for Woman, Angels4Impact, Doorway, Italian Angels for Growth (IAG), Club degli Investitori e Social Innovation Teams (SIT), è stato reso pubblico. 

I dati parlano chiaro: il numero dei Business Angel (BA) attivi in Italia sono 1014, di questi la maggioranza pari al 53% appartengono a uno specifico Business Angel Group. Il 70% sono stati localizzati nelle aree settentrionali del Paese, soprattutto in Lombardia.

Le regioni meridionali e le isole risultano essere le zone con la minor densità di Business Angel. Le analisi dei dati raccolti nel 2019 hanno evidenziato che il 60% dei BA investe soprattutto sul territorio Italiano, si parla di un investimento medio in 2,5 organizzazioni per ogni Business Angel.

Quali sono i settori di maggiore interesse per i Business Angel

I BA che si concentrano su settori specifici e tecnologici compiono investimenti soprattutto in aziende e start up che operano nei settori di Digital Services & ICT, Biotech and Healthcare e Fintech & Big Data Tech.

La professoressa Elisa Ughetto, che ha diretto la ricerca e insegna presso il Politecnico di Torino ha dichiarato: “I Business Angel rappresentano un sostegno per lo sviluppo dell'innovazione, danno un aiuto attivo alla gestione delle imprese in cui investono e portano a esse un significativo valore aggiunto”.

La ricerca mette in luce l'influenza positiva che i Business Angel italiani hanno sulle aziende investendo per avere un ritorno economico ma non solo, le loro ragioni sono anche sociali. Oltre la metà dei BA che hanno partecipato al sondaggio (54%) ha affermato di dare il proprio supporto a organizzazioni con un importante impatto sociale.

Il professor Paolo Lamboni che ha diretto la ricerca in collaborazione la professoressa Elisa Ughetto ha confermato la tendenza dicendo che: “Gli investimenti collegati all'impact investing stanno aumentando significativamente e ci sono sempre più evidenze del fatto che anche i Business Angel hanno iniziato a supportare organizzazioni con un forte impatto sociale”.

Beginner Angel ed Experience Angel

I risultati evidenziano come la maggioranza dei Business Angel (82%) che agiscono nel settore dell'impact investing, sono Impact First Angel. Questa distinzione è data dal fatto che si tratta di Investimenti effettuati in campi sotto-capitalizzati o con un ritorno economico pari a una cifra inferiore a quella di mercato ma con un impatto sociale di notevole importanza.

I dati raccolti durante la ricerca hanno, infine, messo in evidenza come i Business Angel italiani si possono classificare in qualità di Beginner Angel. Questo significa si tratta di persone, la maggioranza dei Business Angel, che investono in massimo 10 organizzazioni.

Ma c'è anche da tenere conto degli Experienced Angel che fanno i loro investimenti più di 10 organizzazioni contemporaneamente e rappresentano il 21% della totalità. Un impatto economico e sociale di grande importanza che contribuisce a migliorare lo sviluppo della società e delle imprese.

 


Potrebbe interessarti anche:

startup & pmi

Startup: cosa sono e con quali obiettivi nascono

startup & pmi crowdfunding

Startup, misure e incentivi fiscali per superare la crisi

startup & pmi crowdfunding

Come investire i propri risparmi nel 2020


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!