Digital Twin: cosa sono e in che modo possono contribuire alla sostenibilità delle aziende

Redazione BacktoWork 07/07/2022

Sono considerati una delle cinque tendenze emergenti che guideranno l’innovazione tecnologica per il prossimo decennio: stiamo parlando dei gemelli digitali, “oggetti” informatici in grado di simulare, monitorare, analizzare e ottimizzare costantemente il mondo fisico

Vengono utilizzati per vari scopi, in particolare nella produzione e per la manutenzione predittiva. Sono i digital twin, i gemelli digitali, le repliche virtuali di un sistema fisico, e vengono considerati oggi dei predestinati nel diventare fondamentali nell’Industria 4.0.

Se, infatti, oggi sono legati soprattutto alla diffusione crescente dell’Internet of Things, a livello industriale hanno il potenziale per cambiare radicalmente la progettazione, la produzione, le vendite e la manutenzione di prodotti complessi in più settori.

Grazie a cicli di sviluppo più snelli e a più stretti rapporti, sia tra i vari dipartimenti interni che nei confronti di partner e fornitori esterni, con la loro implementazione le aziende possono ridurre i tempi di sviluppo di prodotti complessi del 25 per cento, con risparmi nell’ordine del 10-15 per cento.

“Simulatori” eclettici

Un digital twin permette, infatti, di sperimentare diversi scenari e valutare l’impatto di ogni decisione, come nel caso dell’ideazione di un prodotto, dove non solo viene elimina la necessità di un costoso prototipo fisico, ma consente anche di prevedere in anticipo comportamenti anomali, rischi ed errori senza prove reali e con risvolti importanti anche dal lato della sostenibilità dei processi industriali.

Già oggi quasi la metà delle aziende che sta lavorando a progetti basati sull’Internet of Things sta utilizzando gemelli digitali in quanto perfettamente compatibili con sistemi di machine learning e di AI per elaborare i dati e produrre nuova conoscenza, diventando la piattaforma unica sulla quale collegare tutte le fonti di informazione.

A livello organizzativo, per un’azienda, questo permette anche una condivisione ottimale delle informazioni tra tutti gli stabilimenti nel mondo, abilitando i dipendenti ad essere inseriti rapidamente nel sistema, accelerando così la loro produttività.


Potrebbe interessarti anche:

internet of things

Il mercato italiano dell'Internet of Things cresce del 24% e vale 6,2 miliardi di euro nel 2019

internet of things industry

Industria 4.0 in Italia: il mercato accelera e si diffondono le applicazioni

internet of things industry

Smart Building: ecco che cos'è un edificio "intelligente"


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!