startup & pmi crowdfunding

Co-Robotics, Manuele Bonaccorsi: "Un robot sociale sarà accettato se fornirà servizi davvero utili"

Chiara Riva 14/07/2020

Da quando Isaac Asimov pubblicò “L’uomo bicentenario” sono passati 44 anni e quel futuro robotico, poi messo in scena nel 1999 da Chris Columbus nel film interpretato da Robin Williams, sembra essere sempre più realtà. Ne sono un esempio i robot intelligenti e autonomi sviluppati da Co-Robotics, capaci di fornire servizi di rilevanza sociale come la sanificazione di ambienti in risposta alla pandemia da Covid-19. 

La startup pisana attiva nell’ambito della robotica professionale ha avviato una campagna di crowdfunding su BackToWork. Ci spiega perché e quali sono gli obiettivi il CEO e co-founder Manuele Bonaccorsi.

Di cosa vi occupate e da quanto tempo siete attivi?

Co-Robotics è una impresa spin-off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, fondata nel 2016 per portare sul mercato i risultati della ricerca nel campo della robotica, dell’intelligenza artificiale e dell’IoT. Investendo i propri utili Co-Robotics ha acquisito quote di una società di software (Xeel srl) e di un’azienda di marketing (Roboalive srl) per migliorare il posizionamento sul mercato della propria piattaforma robotica MoveR-1

Questo robot è stato progettato e realizzato in Italia per essere modulare e utilizzabile in svariati ambiti, dall’industria al sociale. La nostra visione del futuro ci vede impegnati a progettare robot per migliorare la qualità del lavoro e della vita delle persone

Qual è il vostro punto di forza e in quali settori lavorate maggiormente?

L’azienda è costituita da un team eterogeneo di persone altamente qualificate che ha progettato la piattaforma robotica mobile MoveR-1, un robot dall’interessante rapporto qualità-prezzo che potremmo considerare un “crossover” della robotica. I nostri MoveR-1 sono utilizzati per la sanificazione di ambienti in risposta alla pandemia da COVID-19, per la sorveglianza, la logistica e l'interazione sociale

L’esperienza maturata nei progetti di ricerca e sviluppo a livello europeo ed italiano ci ha permesso di depositare nel 2018 due brevetti relativi alla modularità hardware e software dei sistemi robotici, un nuovo paradigma nel campo della progettazione robotica, che noi chiamiamo “Softronica”. 

Inoltre a giugno 2020 abbiamo depositato una nuova domanda di brevetto per invenzione industriale, per innovare nel settore della sanitizzazione robotica e nei metodi per la verifica della qualità di tali processi e la stima dei rischi di contaminazione negli ambienti di vita e di lavoro. 

Co-Robotics

servizi robotici avanzati e AI Made in Italy per la sanificazione, la logistica e la sorveglianza

Scopri il crowdfunding →

Quali sono le caratteristiche della vostra soluzione robotica?

MoveR-1 è una piattaforma mobile autonoma, dotata di intelligenza artificiale e capace di fornire molteplici servizi semplicemente collegando degli add-on da montare sopra il suo piano di carico. In questo modo è possibile ridurre i costi del progetto, razionalizzare la produzione e il post-vendita, con notevoli vantaggi per il cliente, che può utilizzare un solo robot per più servizi. MoveR-1 è quindi una piattaforma robotica intelligente, modulare e multi-servizio, progettata e costruita in Italia per fornire servizi socialmente rilevanti come la sanificazione continua e autonoma degli ambienti, la sorveglianza e logistica all'interno di aziende ospedaliere, aree commerciali, stazioni e luoghi di socializzazione. 

Vogliamo proporre servizi robotici realmente in grado di migliorare la qualità della vita delle persone. Crediamo che un robot sociale sarà accettato se fornirà servizi davvero utili. È quindi fondamentale per noi mettere al centro l’esperienza utente, lavorando sul design e la facilità d’uso e co-progettando con gli utenti i servizi robotici più opportuni.

Cosa c’è nel vostro futuro?

Co-Robotics intende affermarsi nel settore della robotica professionale in Italia ed in Europa. Possiamo contare su due brevetti e per un terzo abbiamo già depositato la domanda, e grazie alla collaborazione con aziende per la produzione e la commercializzazione dei sistemi e servizi robotici stiamo portando le nostre soluzioni sul mercato. Proprio per accelerare questa fase di crescita, abbiamo deciso di aprire l’azienda a nuovi investitori con una operazione di equity crowdfunding sulla piattaforma BackToWork.




Potrebbe interessarti anche: