mobility & automotive

Veicoli elettrici, Nikola si allea con GM e sfida Tesla

Redazione BacktoWork 16/09/2020

Nel settore dei camion e dei veicoli commerciali è iniziata la corsa all’elettrico e porta simbolicamente il nome dell’inventore visionario Nikola Tesla. Da una parte la società fondata da Elon Musk, leader mondiale nel settore delle auto elettriche, dall’altra Nikola Corporation, startup fondata nel 2014 in Arizona, attiva nella produzione di camion e furgoni elettrici e a idrogeno, che ha di recente siglato un accordo con General Motors.

La storica casa automobilistica di Detroit ha annunciato una partnership con Nikola per la produzione di pickup elettrici, acquisendo l’11% del suo capitale (pari a 2 miliardi di dollari). La notizia dell’accordo è arrivata dopo che a luglio Tesla aveva comunicato l’apertura di una nuova fabbrica in Texas proprio per la produzione di pickup e camion elettrici.

La mossa di GM, che ha scelto di allearsi con un competitor della società di Elon Musk, ha avuto un effetto immediato: le azioni di Tesla hanno subito un brusco calo dopo l’annuncio (-21%) mentre, sul versante opposto, il titolo di Nikola è balzato del 45%, quello di General Motors del 9%.

La guerra dei camion e pickup elettrici

In base all’accordo, General Motors sarà partner di Nikola nella progettazione e produzione del pickup “Nikola Badger”, che dovrebbe arrivare sul mercato entro il 2022. La tecnologia mira a rivoluzionare il settore dei veicoli commerciali medi e pesanti in Nord America ed Europa, eliminando completamente le emissioni e garantendo prestazioni di livello superiore. E non è un caso che la rivoluzione green di Nikola abbia già attirato capitali da investitori come il gruppo CNH Industrial (che oltre a possederne circa il 7% ne è anche partner industriale), il colosso Bosch, il fondo ValueAct e compagnie leader nel settore energetico.

Ma la startup fondata da Trevor Milton non è l’unico rivale di Tesla nella corsa per la conquista del mercato dei veicoli elettrici. Nel 2021 dovrebbero essere consegnati infatti i primi suv e pickup elettrici di Rivian, altra startup statunitense attiva nel settore della mobilità sostenibile, che ha già raccolto finanziamenti da parte di Amazon, Ford e dal fondo BlackRock.


Potrebbe interessarti anche: