Security as a service, il mercato è pronto al raddoppio

Redazione BacktoWork 30/01/2022

Il cambiamento è ormai una costante e, dopo due anni di pandemia, ha travolto anche i modelli di sicurezza tradizionali. Così come per tanti altri ambiti, il software in forma di servizio erogato tramite il cloud è diventato il nuovo modello di riferimento per la sicurezza informatica, innescando il rapido sviluppo del mercato della “security as a service” (SECaaS), che IDC vede in crescita ad un tasso annuo medio composto (CAGR) del 13,1% al 2025. 

Nuove esigenze di sicurezza tra cloud e risorse distribuite

Poiché una sempre maggiore proporzione di risorse IT viene spostata in ambienti cloud, la domanda di nuovi meccanismi di sicurezza per supportare questo cambiamento è in forte aumento. La situazione attuale - spiegano gli esperti - richiede l'implementazione di soluzioni flessibili per proteggere risorse aziendali “distribuite” e gestire la nuova normalità, comprese le varie modalità di lavoro remoto e ibrido

I team di sicurezza devono quindi adottare nuovi approcci per consentire l'accesso sicuro e garantire la piena protezione delle attività all'interno e al di fuori del perimetro aziendale. Al di fuori di una LAN, le aziende tendono oggi a privilegiare le soluzioni SaaS (software as a service) perché da una parte offrono una maggiore sicurezza rispetto alle applicazioni locali, dall’altra risultano nativamente digitali e quindi “future proof”. Il software come servizio cloud si impone così quale modello di riferimento anche per la sicurezza. 

Nice2Pay

Il metodo di pagamento realmente sicuro per tutte le transazioni

Scopri il crowdfunding →

Key trends e prospettive del mercato

Il mercato SECaaS si è evoluto parecchio dall'inizio della pandemia, con un aumento dei nuovi operatori, dei partner dell'ecosistema e, soprattutto, con l'espansione dell'offerta da parte sia dei fornitori di sicurezza IT, che dei cloud service provider. Dalla sicurezza di rete a quella degli endpoint, dall'identità e fiducia digitale allo stack AIRO (analisi, intelligence, risposta e orchestrazione), IDC prevede una crescita ad un tasso annuo medio composto (CAGR) del 13,1% dal 2020 al 2025

Il valore del mercato passerà da poco più di 30 miliardi di dollari a quasi 56 miliardi, con tutte le categorie funzionali che lo compongono caratterizzate da un CAGR compreso tra l'8 e il 21,1%. Inoltre, stima la società specializzata in ricerche di mercato, nel biennio 2022-23 il 20% delle aziende con ambienti IT “distribuiti” (più sedi, più cloud, team di lavoro ibridi e device remoti) passerà alla “sicurezza di rete come servizio”, ed entro il 2025 il 55% delle organizzazioni migrerà ad un modello cloud per gestire centralmente la protezione dei dati


Potrebbe interessarti anche:

business management innovation economy

L'Innovation Manager: chi è, cosa fa, quanto guadagna

innovation economy

Cos'è una smart city? Definizione e caratteristiche

startup & pmi innovation economy

Come siamo ripartiti investendo sull’economia reale: così racconterò questa crisi a mia figlia


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!