Riccardo Di Marco, GoCamera: “Offrire all’utente un’esperienza unica, la nostra visione dell’e-commerce di domani”

Redazione BacktoWork 04/11/2021

Progetto nato nel 2015, GoCamera ha già scritto un capitolo importante nella storia recente dell’e-commerce, con la sua offerta articolata nel vertical del digital imaging. Gli obiettivi per il futuro, anche grazie al crowdfunding, sono molto ambiziosi, sia sul fronte economico-finanziario che su quello dell’evoluzione strutturale del prodotto, con l’introduzione di nuovi servizi e nuove funzionalità, sia B2C che B2B.

Quello di GoCamera è un caso di studio molto interessante, esempio concreto, ancorché digitale, di un sito di e-commerce verticale focalizzato sul mondo dei device per l’imaging, che decide di sottoporre se stesso a una metamorfosi: aggiungendo alcuni nuovi elementi fondanti, tra i quali anche una community di appassionati, diventa una piattaforma completa per l’imaging digitale, nel contesto di un network che attira a sé diversi servizi innovativi ad alto valore aggiunto, rivolti sia all’utente finale che ad una clientela business.

Oggi, a quasi sette anni dalla sua nascita, GoCamera ha raggiunto un fatturato di quasi 3 milioni di euro che punta almeno a quadruplicare entro il 2026 oltrepassando la fatidica soglia del milione di utenti e dei 150 mila clienti, a fronte dei 71 mila attuali.

Ne parliamo con Riccardo Di Marco, il suo visionario fondatore e CEO.

Qual è l'idea di fondo che sta alla base di GoCamera?

Oggi tutti fotografano con uno smartphone o altri device digitali con tecnologia più avanzata. L’idea di fondo è la creazione di uno spazio digitale che supporti gli utenti in tutta la loro customer journey fotografica.

Il mondo imaging è molto ampio, ma anche parecchio complesso, perché tecnologia e abitudini dei consumatori finali mutano in maniera continua e repentina. Noi abbiamo deciso di concentrarci sui bisogni dei clienti perché i device fotografici e le mode cambiano, ma la passione di immortalare con immagini i momenti più importanti ed emozionanti della propria vita non avrà mai fine.

La nostra vision è ispirare, intrattenere e informare creando connessioni con tutti gli attori di questo mercato per dare vita alla prima piattaforma completa di digital imaging.

Perchè, e com'è nato il progetto?

Il progetto nasce nel 2015 mentre già gestivo altri e-commerce proprietari: ero riuscito a ottenere contratti e condizioni vantaggiose con noti brand del settore foto/video, così ho avuto l’opportunità di unire la mia passione per la fotografia alla mia professione di e-commerce manager. Ed è nata GoCamera.

All’inizio era un puro shop online verticale sul mondo foto e video nelle categorie outdoor e action, poi c’è stata un’evoluzione: abbiamo sviluppato i canali digitali per supportare la creazione di una community di appassionati di foto e video, e successivamente lanciato nuove linee di servizi per gli utenti che fanno parte del nostro network.

Come funziona, in concreto, il servizio? 

Per rispondere a questa domanda è bene definire prima i nostri principali tipi di clienti: consumatori finali, brand produttori/distributori, professionisti del settore.

Ogni utente finale può accedere alla piattaforma gratuitamente e usufruire degli spazi riservati alla nostra community, come il forum di discussione tecnica e il magazine, o scaricare guide gratuite. Questo valore iniziale offerto ci permette di fidelizzare rapidamente i nuovi clienti, che possono acquistare nel nostro e-commerce prodotti legati al mondo foto/video, abbonarsi alla nostra academy a soli 9 € al mese (ricevendo anche altri plus), stampare foto, prenotare viaggi tematici e usufruire di altri servizi dedicati.

In poche parole la nostra è una piattaforma all in one con un target potenziale molto ampio, poiché in Europa l’80% delle persone possiede almeno un device fotografico.

Per quanto riguarda i clienti business, abbiamo ideato un sistema di e-commerce ibrido che possa permettere a brand produttori/distributori di adottare la strategia di vendita più affine ai loro obiettivi all’interno della nostra piattaforma, dalla modalità classica di fornitore fino ad arrivare al marketplace con vendita diretta. Le aziende inoltre possono avvalersi di tutti gli strumenti di marketing della piattaforma attraverso dei pacchetti in abbonamento annuale.

I professionisti del settore (videomaker, fotografi, content creator), inoltre, hanno l’opportunità di ampliare il loro business commercializzando le proprie foto nel marketplace stampa d’autore. In pratica i consumatori finali potranno acquistare stampe delle loro immagini creative tramite il nostro shop online. Ritengo questa linea rivoluzionaria perché sposta il business dei professionisti da locale a digital, permettendo a questa categoria di raggiungere moltissimi nuovi clienti praticamente a costo zero. Tutti i professionisti, infine, potranno accedere ad un'area riservata dello shop online con prezzi scontati per acquistare attrezzatura professionale.

L'intuizione di mettere in comunicazione e costruire un business fatto da digital creator e utenti disposti ad acquistare contenuti originali da dove viene? Cosa ha fatto scattare l'idea di una piattaforma e-commerce?

L’idea ha preso piede progressivamente nel corso di questi anni, attraverso il dialogo con digital creator e utenti della nostra community. I primi collaborano con GoCamera come insegnanti della nostra academy, supporter al magazine e al forum ed erogatori di servizi. I consumatori finali richiedono invece sempre più input e soprattutto esperienze riguardanti la loro passione. 

Abbiamo anche attivato partnership in ambito turistico e prodotto contenuti per resort e/o comunità locali, facendo incontrare la richiesta di questi clienti business con gli influencer e i content creator della nostra community. Qui c’è ancora molto da fare, rendendo la nostra offerta più scalabile all’interno del nostro portale e quindi automatizzando l’incontro tra domanda e offerta. Abbiamo trovato delle soluzioni tecniche che implementeremo nei prossimi mesi.

A quale genere di problema/necessità risponde?

Il mondo della fotografia, negli ultimi anni, ha adottato sempre più un linguaggio esclusivo, ad appannaggio di pochi o fortemente omologato. Per questo molti neo appassionati abbandonano perché non riescono a raggiungere i risultati sperati. Il nostro progetto, invece, è inclusivo, e darà spazio alla creatività tramite l’interazione e il supporto tra i consumatori finali e i digital creator all’interno della piattaforma.  

Offriamo inoltre una grande opportunità di business a fotografi e videomaker che negli ultimi anni hanno visto ridurre il loro fatturato dei servizi in questo mercato.  

GoCamera

Piattaforma di riferimento del settore fotografia e videomaking con oltre 330.000 utenti e €2,7m di fatturato

Scopri il crowdfunding →

Qual è lo stato di salute del vostro mercato di riferimento in Italia e nel mondo? E come sta cambiando? Quali sono le potenzialità che offre?

Oggi l’80% della popolazione europea usa almeno un device fotografico e si scattano molte più foto di quante se ne facessero dieci anni fa. È cambiata, tuttavia, l'esperienza dei consumatori finali, c’è stato un passaggio storico: prima si utilizzava solo un device (una macchina fotografica), ora siamo nell’era del multi device (si utilizza sempre lo smartphone e si aggiungono ulteriori apparecchiature). 

A partire dal 2014 c’è stata inoltre una contrazione del mercato fotografico storico, in altre parole dalle fotocamere digitali siamo passati ai device mobili. Sappiamo tutti che lo smartphone è diventato lo strumento più diffuso per fare foto e video.

In questo scenario abbiamo assistito anche al proliferare di nuove tecnologie, come action cam, droni e videocamere 360, che hanno avuto una crescita importante negli ultimi dieci anni

Per rispondere alla domanda, quindi, lo stato di salute è buono, ci sono nicchie che salgono e brand affermati che scendono, ma il risultato è sempre positivo, perché si fotografa e filma sempre di più.

Un passaggio importante va fatto anche per i servizi legati a questo mondo e su cui noi vogliamo puntare molto nel futuro, come ad esempio la stampa fotografica online, che verrà implementata nel portale entro giugno 2022 e per la quale si prevede una crescita globale nei prossimi dieci anni del 68%.

Anche i servizi di e-learning in abbonamento stanno avendo una forte crescita, perché riescono a offrire contenuti di valore a un prezzo inferiore dell’offerta attuale. Inoltre le aziende che stanno usando questo modello riescono a fidelizzare maggiormente i propri clienti. Anche per questo settore è prevista una crescita di più del 60% nei prossimi cinque anni e noi saremo pronti a lanciare il nostro servizio di abbonamento sempre a giugno del 2022.

Come ci racconta il nuovo spot Apple, basta oggi un cellulare per girare un film o perlomeno per produrre contenuti in maniera professionale. È davvero così? E che cosa serve davvero per diventare digital creator? Quali skill bisogna avere? Quale percorso occorre seguire?  

È vero, ma solo in parte: oggi molti spot e campagne pubblicitarie sono effettuate con il solo smartphone. Ci sono digital creator, anche molto giovani, che iniziano la loro carriera arrivando a collaborare con grandi brand utilizzando solo un cellulare. La tecnologia mobile oggi è avanzatissima. Tuttavia, per distinguersi dalla massa c’è bisogno di una forte creatività e soprattutto unicità, quindi di una forte identità. È questo quello che manca.

In una recente ricerca che abbiamo condotto, gli intervistati affermano di produrre contenuti foto e video omologati, come tutti fanno nei social, e di non avere gli strumenti e i canali per trarre ispirazione e quindi creare foto e video più originali. È per questo che l’obiettivo della nostra academy è arrivare al 50% dei corsi effettuati esclusivamente per chi utilizza lo smartphone. Risolveremo un problema e amplieremo di gran lunga il nostro target potenziale. 

In che modo un digital creator di foto o di video può attirare l'attenzione sul proprio lavoro grazie a GoCamera? E come riesce a costruirsi il proprio business? Perché aprire un account, un portfolio? Quali strumenti mettete a disposizione pensando anche a quelli offerti da piattaforme analoghe? 

Tutti i professionisti con regolare Partita Iva possono aprire un profilo business gratuitamente, con funzioni limitate, che possono essere sbloccate con l’account pro ad abbonamento annuale. Ma la vera differenza dagli altri portali è la presenza di un algoritmo proprietario che permette di dare un punteggio agli utenti in base alle azioni che hanno fatto all’interno del nostro portale.

Quindi più un professionista supporterà altri utenti che chiedono aiuto nel forum, pubblicherà recensioni utili o contenuti foto e video di gradimento della community, tanto più sarà visibile nella piattaforma. La visibilità creerà maggiori opportunità di business all'interno del marketplace di GoCamera, dove ha posizionato i suoi prodotti.

Com’è oggi, e come potrebbe evolvere una community che si caratterizza per un know how così verticale e specialistico?

Oggi è una community di 330.000 utenti, ma il nostro obiettivo è arrivare a 1 milione di utenti registrati entro il 2026, e allargare la nostra fan base soprattutto agli appassionati di mobile photography.

Stiamo sviluppando una serie di add-on per rendere unica l'esperienza nella nostra piattaforma. Il nostro algoritmo proprietario permetterà agli utenti più proattivi di guadagnare maggior visibilità nel portale con l’obiettivo di aumentare le interazioni e la qualità dei contenuti. Il risultato finale sarà una grande mole di dati che potrà essere utilizzata come asset per la proposta di servizi business ad aziende che operano in questo settore.

Quali sono gli obiettivi della campagna di crowdfunding? 

L'obiettivo massimo di raccolta è di 500.000€. Utilizzeremo i fondi per innovare la nostra piattaforma online e automatizzare tutta una serie di processi e servizi per rendere il nostro modello più scalabile.

Sotto un profilo strettamente collegato alla piattaforma di e-commerce, utilizzeremo il nuovo e più performante Cms Magento 2, e porteremo il catalogo da 1.500 a 15.000 prodotti, aumentando anche le nostre linee di private label

Verrà anche costruita una nuova piattaforma di e-learning con nuovi corsi per coprire tutte le richieste dei nostri clienti. 

Sul fronte business, la piattaforma integrerà completamente le funzionalità di marketplace ed e-commerce B2B. I fondi verranno anche utilizzati per aumentare le attività di marketing e per inserire nuove figure professionali all’interno del nostro team.

Il break even è previsto nel 2023, mentre nel 2026 puntiamo a raggiungere un fatturato di 12,7 milioni di euro, con un EBITDA positivo di 1,89 milioni.

La exit strategy prevede la vendita ad un grande player di mercato o ad un fondo di investimento nel 2026.

Quali sono i case study di successo che vorreste avere nei prossimi anni?

Negli ultimi anni abbiamo ricevuto diversi riconoscimenti. Facebook ci ha premiato tra i migliori casi di successo per la strategia di community adottata anche all’interno della loro piattaforma. E, per due anni consecutivi, il 2020 e il 2021, una ricerca commissionata da la Repubblica ha posto GoCamera tra i migliori e-commerce in Italia per affidabilità e soddisfazione dei clienti.

Nel futuro vogliamo puntare ancora più in alto. Mi piacerebbe vedere GoCamera come case study di successo per la parte e-commerce, come modello alternativo ai big player attuali come Amazon, perché sfrutta la verticalità e la passione dei propri utenti. Credo che negli e-commerce del futuro la vendita dei prodotti sarà marginale, e si punterà soprattutto ad offrire un'esperienza unica ai propri clienti. 

Un altro caso che vorrei presentare è quello di un grande brand che stringe una partnership con GoCamera per creare contenuti strategici user generated tramite la nostra piattaforma. Mi si potrebbe obiettare in questo caso: perché un brand sceglie di creare contenuti di minore qualità tecnica provenienti da persone comuni? Perché sono veri e non emotivamente costruiti, come la maggior parte delle campagne di comunicazione che vengono proposte ora. Anche qui vedo il futuro dell'advertising, ma in questo caso ci vogliono i numeri e una infrastruttura tecnologica adeguata. Stiamo lavorando in questa direzione.

Quali sono gli sviluppi futuri del progetto e gli obiettivi a medio-lungo termine?

Rispetto a quanto detto prima vorrei aggiungere che nel 2023 lanceremo una App mobile per permettere a tutti i nostri clienti di avere la migliore esperienza possibile con GoCamera anche da smartphone.

Inoltre nel 2024 effettueremo il go-to market Europa che ci permetterà finalmente di proporre al grande pubblico internazionale l’offerta costruita in anni di lavoro nel mercato italiano.


Potrebbe interessarti anche:

startup & pmi crowdfunding

Startup, misure e incentivi fiscali per superare la crisi

startup & pmi crowdfunding

Come investire i propri risparmi nel 2020

crowdfunding

News, interviste ed approfondimenti di BacktoWork e del mondo dell'equity crowdfunding


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!