business management

People Strategy: la strategia HR per l’innovazione

Redazione BacktoWork 09/11/2020

Con la dirompente trasformazione digitale dei modelli di business alla quale assistiamo da alcuni anni, le Direzioni HR sono chiamate a modificare il proprio approccio alla gestione delle risorse aziendali. Nell’ambito di questo processo, la People Strategy è andata assumendo il ruolo di strategia privilegiata per indirizzare e accompagnare le persone, i modelli organizzativi e gli stili di leadership dall'era analogica a quella digitale, supportando l’adozione dei nuovi paradigmi e promuovendo l’evoluzione delle competenze e delle professionalità all’interno delle imprese.

La persona al centro 

Il concetto base da cui è necessario partire per capire il senso della People Strategy è che le strategie di digitalizzazione e innovazione adottate dall'azienda - per avere successo ed essere sostenibili nel lungo periodo - devono mettere al centro le caratteristiche e le capacità del singolo, valorizzando le sue potenzialità e guidando l'evoluzione professionale del lavoratore e il suo percorso di crescita all'interno dell'azienda. Il singolo individuo, in quest’ottica, rappresenta una componente del team il cui apporto risulta fondamentale per la crescita collettiva dell’organizzazione.

L’obiettivo finale della People Strategy si traduce allora nel miglioramento del benessere e della soddisfazione socio-lavorativa della risorsa umana, attraverso la valorizzazione delle sue competenze, favorendo in questo modo la sostenibilità del modello di business e il raggiungimento degli obiettivi aziendali. 

Emerge chiaramente l’importanza di un approccio così innovativo nella gestione delle risorse umane: per la Direzione HR strutturare una solida strategia basata sulle persone vuol dire da un lato valutare l’impatto che le nuove tecnologie e i nuovi processi hanno sulle persone e sui modelli organizzativi aziendali, dall’altro vuol dire definire e individuare nuove competenze e professionalità che possono risultare necessarie - sulla base del piano industriale - alla crescita e competitività dell'azienda

La trasformazione in chiave digitale delle stesse Direzioni HR rende oggi possibile l’adozione di pratiche e iniziative innovative ritagliate su esigenze specifiche, mediante l’utilizzo di tecnologie e strumenti digitali che permettono di raccogliere ed elaborare dati provenienti da diverse fonti

Secondo una recente ricerca condotta dall’Osservatorio HR Innovation Practice della School of Management del Politecnico di Milano, che ha analizzato lo stato dell’arte dei principali macro-processi di gestione delle risorse umane, in questo trend evolutivo il processo di talent attraction appare il più maturo dal punto di vista tecnologico: molte organizzazioni stanno sperimentando l’utilizzo dei social (anche non professionali) per l’employer branding, analytics e algoritmi di intelligenza artificiale per la ricerca e screening dei candidati, chatbot a supporto del processo di selezione e onboarding. 

Una evoluzione della People Strategy verso un approccio su misura che prefigura per le Direzioni HR un nuovo ruolo di Connected People Care.


Potrebbe interessarti anche: