#1 Un nuovo digest settimanale per scoprire cosa succede nell'ecosistema italiano dell'innovazione

Edoardo Reggiani 09/01/2021

Contrariamente a molti settori economici tradizionali che hanno subito pesantemente l’impatto della pandemia, per l'ecosistema italiano delle startup e dell’innovazione il 2020, tutto sommato, non è stato un annus horribilis.

Stando ai dati recentemente pubblicati da Startupitalia, sono oltre 729 i milioni di euro investiti nel corso dell’anno da parte di operatori istituzionali e non in giovani aziende innovative, dato in leggero rialzo rispetto al 2019.

Il merito è dovuto ad alcuni round importanti da parte di fondi d’investimento esteri (basti pensare al round da 93 milioni per Satispay sottoscritto da operatori di primo livello come Square e Tencent), alla continua crescita dell’equity crowdfunding (+51% YoY) e dell’angel investing, a un intervento pubblico che, sicuramente accelerato dalla congiuntura, è diventato meno timido con oltre 1 Mld di euro stanziato per il nuovo Fondo Nazionale Innovazione che, attraverso diverse entità, ha l’obiettivo di accelerare la crescita dell’intero ecosistema.

Dato sicuramente molto interessante per un investitore sono le exit milionarie che, almeno per quanto riguarda le operazioni le cui informazioni sono pubbliche, crescono rispetto all’anno precedente e si attestano ad 8. Segnale molto positivo sono gli interventi da parte di grossi player industriali italiani tra cui, ad esempio, Campari nell’acquisizione del 49% di Tannico, e Telepass nell’acquisizione del 70% di Wash Out.

Nella speranza che il 2021 possa vedere una forte accelerata nella crescita dell’ecosistema, abbiamo deciso di offrire ai lettori del nostro magazine questa nuova rubrica che ha l’obiettivo di riassumere settimanalmente tutte le notizie rilevanti su temi quali fundraising, M&A, partnership e open innovation, novità regolamentari e intervento pubblico, dati di mercato, etc.

Per rimanere imparziali sui contenuti prodotti non saranno inserite news legate a campagne di equity crowdfunding.

Se volete condividere il vostro feedback scriveteci a magazine[at]backtowork24.com.

Si parte! Cos’è successo nella settimana passata?

 

Investimenti

 

  • L’investment company italiana LIFTT, che annovera tra i soci fondatori Fondazione Compagnia di Sanpaolo e Politecnico di Torino, ha partecipato a un round da 2 milioni di euro per la startup tedesca di medicina preventiva Mediaire in co-investimento con il colosso tedesco High-Tech Gründerfonds (HTGF) e il network di investitori austriaco/tedesco primeCROWD.

 

  • La startup Treedom, che dal 2010 ha permesso ai propri utenti di piantare a distanza e seguire la storia online di 1.500.000 di alberi in Africa, America Latina, Asia e Italia, ha incassato un investimento da 3 milioni di euro da Banca Generali,  sottoscritto attraverso il suo fondo 8A+ Real Innovation, lanciato nel giugno 2020.  Il round è finalizzato a sostenere Treedom nel suo percorso di espansione su mercati esteri e verso la quotazione in Borsa



M&A

 

  • Planet Smart City, società proptech dal cuore italiano attiva nello smart social housing che ad inizio 2020 aveva annunciato un round di investimento da 24 milioni di euro, ha completato l’acquisizione del 100% di Djungle, startup innovativa torinese fondata nel 2017 specializzata nella progettazione di soluzioni digitali per  customer engagement e customer loyalty della distribuzione retail.

 

Open innovation

 

  • Al via l’edizione 2021 di Spin Accelerator Italy, programma di open innovation promosso da Trentino Sviluppo, Provincia autonoma di Trento in collaborazione con l’Università di Trento e Hype Sports Innovation. Le startup coinvolte saranno chiamate a dare una risposta alle necessità dalle corporate su 5 ambiti: sicurezza, marketing e soluzioni per la vendita, abbigliamento e calzature per lo sport, nuovi materiali e sostenibilità, soluzioni per il settore motori. Tra i partner della nuova edizione Diadora, Energica, Aquila Basket e altri importanti player del mondo dello sport.

 

Novità regolamentari ed intervento pubblico

 

  • La Commissione Europea ha annunciato la prima tornata di investimenti diretti in equity (tra 500.000 e 15 milioni di euro) attraverso l’ European Innovation Council (EIC) Fund. 42 start-up e pmi altamente innovative e riceveranno investimenti per circa 178 milioni di euro per sviluppare e scalare la propria attività in alcuni settori quali: sanità, economia circolare, manifattura avanzata, etc.  È la prima volta che la Commissione effettua investimenti diretti di equity o quasi-equity in startup, con quote di partecipazione che si prevede vadano dal 10% al 25%.

 

  • ENEA Tech, la fondazione che gestisce il fondo italiano per il trasferimento tecnologico voluto dal MISE (500 Milioni di euro) e il CNR hanno siglato un accordo di collaborazione per sostenere processi di trasferimento tecnologico e contribuire alla crescita e competitività dell'Italia. Un gruppo di lavoro congiunto condurrà attività di scouting e valutazione di progetti, tecnologie, etc sviluppati nelle strutture del Cnr con l’obiettivo di far crescere un patrimonio di risorse e talento inestimabile, incentivando così gli investimenti in iniziative di trasferimento tecnologico.

 

  • Online dal 7 gennaio il nuovo portale dedicato al Fondo Rilancio,  il fondo da 200 milioni di euro stanziato dal MISE e gestito da CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione, che ha l’obiettivo di co-investire insieme ad investitori qualificati e regolamentati in startup e pmi innovative. Tramite il portale gli investitori potranno segnalare le startup e le PMI innovative che corrispondano ai requisiti e candidarle per il co-investimento del fondo.

 

  • Diverse le iniziative inserite nel testo della Manovra 2021 a supporto dell’imprenditoria. Tra queste si possono annoverare  il “Fondo a sostegno dell’impresa femminile” con l’obiettivo di promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile (20 milioni di euro di dotazione per ciascuno degli anni 2021 e 2022), risorse aggiuntive pari a 3 milioni di euro (2021) per il “Fondo di sostegno al venture capital” con l’obiettivo di  sostenere investimenti nel capitale di rischio per progetti di imprenditoria femminile a elevata innovazione, un ulteriore stanziamento di 20 milioni per il 2021 e 2022 per il “Fondo per le piccole e medie imprese creative”.



Curiosità

 

  • Facebook dovrà risarcire 3,83 milioni di Euro alla società italiana Business Competence a seguito della sentenza della Corte d’Appello di Milano che, confermando una sentenza del 2019,  ha trovato la big tech americana colpevole di aver copiato la funziona “Amici nelle vicinanze” dall’applicazione Faround, sviluppata appunto dalla società italiana.




Potrebbe interessarti anche:

business management innovation economy

L'Innovation Manager: chi è, cosa fa, quanto guadagna

innovation economy

Cos'è una smart city? Definizione e caratteristiche

startup & pmi innovation economy

Come siamo ripartiti investendo sull’economia reale: così racconterò questa crisi a mia figlia


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!