green innovation economy

Monopattini elettrici, un business in crescita a livello globale

Redazione BacktoWork 12/08/2020

Tra i 25 e i 30 miliardi di dollari solo considerando Europa e USA. È il valore che potrebbe raggiungere nel lungo termine il mercato dei monopattini elettrici, stando alle stime di Boston Consulting Group, che ai mezzi di trasporto elettrici ha dedicato uno studio specifico. 

I mesi difficili del lockdown hanno coinciso con una fase di sviluppo del settore della micromobilità in tutto il mondo. Accanto al bike sharing, già presente da molti anni in alcune città italiane, si è diffuso l'utilizzo dei monopattini elettrici o e-scooter. 

Ad incidere sulla crescita del mercato è sicuramente la maggiore sensibilità verso i problemi del traffico e dell’inquinamento nelle grandi città; non da ultimo, persino la paura del contagio – riporta lo studio – ha indotto i cittadini a utilizzare metodi di trasporto alternativi ai mezzi pubblici. Per questo, sono tanti i Paesi che stanno puntando sull’innovazione tecnologica, prediligendo le forme di mobilità a vocazione green. 

Boston Consulting Group individua nelle autorità pubbliche il principale motore all’incentivo di quella che è chiamata micromobilità. Dal punto di vista climatico, il mercato trova terreno fertile negli obiettivi di riduzione delle emissioni a livello statale e sovranazionale (Agenda Onu 2030). 

Sotto il profilo industriale e commerciale, si stima una rapida crescita nei prossimi anni, sostenuta dalla recente evoluzione tecnologica. I modelli di seconda generazione sono più robusti e con un ciclo di vita più lungo rispetto ai modelli precedenti (raddoppiato dai 12 ai 24 mesi di utilizzo), nonché dotati di nuovi elementi intelligenti come i sensori anti-vandalismo. Il prossimo livello di innovazione per i monopattini in condivisione riguarderà le batterie, che saranno sostituibili in stazioni di ricarica poste in vari punti della città dove gli utenti potranno cambiarle analogamente a quanto già avviene per il rifornimento delle auto nelle app di car-sharing.

Ma la penetrazione degli e-scooter dipenderà molto anche dai progressi nella pianificazione urbana e nella creazione di adeguate infrastrutture, mentre alcune città stanno già regolamentando il loro utilizzo, un insieme di fattori che aumenterebbe anche il livello di sicurezza e diminuirebbe il numero di incidenti. 

Cina, Stati Uniti ed Europa si confermano leader globali nel mercato, sebbene il report registri notevoli tassi di crescita anche in altri Paesi, come l’India e il Giappone. 

Lo studio sottolinea come entro il 2025 l’intero settore della mobilità sarà rivoluzionato: “I monopattini elettrici sono qui per rimanere e, insieme alle altre forme di micromobilità, saranno i protagonisti della mobilità urbana del futuro”. 


Potrebbe interessarti anche: