ESG: i criteri per un investimento responsabile

Redazione BacktoWork 30/06/2021

Nel valutare un investimento sempre più spesso vengono presi in considerazione anche fattori di carattere ambientale, sociale e di governance. Sono i cosiddetti criteri ESG, acronimo di Environmental, Social and Governance, ovvero indicatori che permettono di analizzare e valutare l'attività di un'organizzazione non solo sotto il profilo delle performance economico-finanziarie, ma anche in relazione al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale e sociale e di buona amministrazione.

E - Environmental 

I criteri ambientali esaminano il modo in cui un’azienda contribuisce alle sfide ambientali, come emissioni di CO2 e impatto sul cambiamento climatico, utilizzo di energie rinnovabili e attenzione alle riserve idriche, biodiversità e sicurezza alimentare.

S - Social 

I criteri sociali analizzano il modo in cui l’impresa tratta le persone, ad esempio la gestione delle risorse umane, la diversità e le pari opportunità, le condizioni di lavoro, la salute e la sicurezza, il rispetto dei diritti umani, la privacy e la tutela dei dati personali.

G - Governance

I criteri di governance valutano il modo in cui un’azienda è amministrata e riguardano la remunerazione dei dirigenti, la strategia e le pratiche fiscali, i processi decisionali, la diversità e struttura del consiglio di amministrazione.

Rating ESG

L’analisi dei fattori ESG è oggi un caposaldo dell’investimento sostenibile e responsabile (Sustainable and Responsible Investing, SRI) e si basa sull'idea che un’azienda ben gestita, responsabile e che rispetta le persone, le comunità, il territorio e l’ambiente abbia maggiori possibilità di conseguire una migliore tenuta e risultati superiori rispetto ad una che non presenta queste caratteristiche. 

Il rating ESG (o rating di sostenibilità) che viene elaborato da agenzie specializzate esprime un giudizio sintetico sull’attività di un’azienda dal punto di vista dell’impegno e dei risultati conseguiti in tali ambiti.

In questo senso, i fattori ESG rappresentano caratteri distintivi di qualità nel lungo periodo: le aziende che presentano elevati standard ambientali, sociali e di governance mostrano di essere più sostenibili, solide e attrezzate per affrontare le crisi.


Potrebbe interessarti anche:

business management industry

Industria 4.0: i profili professionali più richiesti nel 2020

business management innovation economy

L'Innovation Manager: chi è, cosa fa, quanto guadagna

business management

Il cyber security manager: chi è, cosa fa, quanto guadagna


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!