Cash Flow: l’importanza di una corretta gestione dei flussi di cassa

Redazione BacktoWork 26/05/2021

Insieme al fatturato e ai profitti, il flusso di cassa o cash flow è una grandezza finanziaria fondamentale per valutare lo stato di salute di un’azienda e la sua capacità di autofinanziarsi. Un’impresa, infatti, pur generando ampi margini di profitto, potrebbe trovarsi ad un certo momento in sofferenza di liquidità, quindi nelle condizioni di non poter pagare le tasse, i fornitori, i creditori o i dipendenti, a causa di una generazione di cassa negativa.

Cos’è e in cosa si differenzia dal risultato d’esercizio

Il flusso di cassa indica le variazioni positive o negative della liquidità dell’azienda in un determinato periodo di tempo, generalmente un anno. In pratica, si ottiene come differenza tra il totale delle entrate monetarie (cash inflow) e delle uscite monetarie (cash outflow) e rappresenta l’ammontare di denaro liquido che l’azienda possiede in un dato momento e nel tempo, ovvero l’ammontare delle risorse finanziarie nette generate nel periodo considerato. Non va quindi confuso con l’utile (o la perdita) d’esercizio, che è la differenza tra i ricavi e i costi, indipendentemente dalle entrate e dalle uscite di cassa che le operazioni di vendita o di acquisto hanno prodotto. A causa di dilazioni e insoluti, l’effettivo incasso delle vendite realizzate (fatture emesse) o l’effettivo pagamento dei costi sostenuti (fatture ricevute) potrebbero non coincidere con i costi e i ricavi della produzione.

A cosa serve

Pianificare e gestire attentamente i flussi di cassa in ingresso e in uscita è quindi essenziale per garantire all’azienda la capacità di far fronte ai pagamenti e per poter effettuare nuovi investimenti impiegando risorse proprie, senza fare un ricorso eccessivo all’indebitamento.

Se il management, e nello specifico chi è responsabile del controllo della gestione finanziaria dell’azienda, è in grado di stimare con una buona approssimazione i flussi di cassa ad una certa data, sarà in grado di negoziare per tempo le eventuali coperture necessarie per far fronte al fabbisogno di liquidità. Ma sarà anche in grado di prevedere impieghi più remunerativi per la liquidità disponibile, garantendo comunque la solvibilità finanziaria dell’azienda anche a fronte di eventi imprevisti


Potrebbe interessarti anche:

business management industry

Industria 4.0: i profili professionali più richiesti nel 2020

business management innovation economy

L'Innovation Manager: chi è, cosa fa, quanto guadagna

business management

Il cyber security manager: chi è, cosa fa, quanto guadagna


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!