#51. Poste Italiane si aggiunge al mega round di Scalapay, 15 milioni per Artemest, nuovi investimenti oltreoceano per Neva e MIP. Cos’è successo questa settimana?

Edoardo Reggiani 06/05/2022

La settimana in chiusura vede diverse operazioni rilevanti, da Scalapay ad Artemest, passando per gli investimenti internazionali dei vc italiani Neva e Mip. Anche sul fronte delle acquisizioni ci sono alcune novità, vediamo cos’è successo nell’ecosistema:

 

Investimenti:

 

  • Scalapay, l’unicorno fintechdi cui abbiamo parlato qui nell’ambito di un mega-round equity/debito da 497 milioni, ha annunciato un investimento da 27 milioni di dollari sottoscritto da Poste Italiane. I fondi si aggiungono a quelli raccolti lo scorso febbraio nel round guidato da Tencent e Willoughby Capital insieme a Tiger Global, Fasanara Capital e altri.

 

  • Artemest, scaleup attiva nel segmento del design, ha annunciato la chiusura di nuovo round di investimento da 15 milioni di euro, guidato dal fondo spagnolo Iris Ventures, a cui hanno partecipato anche gli attuali investitori, tra cui Olma Luxury Holdings. Il nuovo round si aggiunge ad altri 3 round in cui la startup aveva raccolto quasi 10 milioni tra business angels ed investitori istituzionali anche internazionali.

 

  • Milano Investment Partners sgr, VC facente capo alla famiglia Moratti (di cui abbiamo parlato qui), ha partecipato al round serie A da 46 milioni di dollari per l’americana Vitrolabs Inc, attiva nella coltivazione in laboratorio delle cellule della pelle animale su scala industriale. Il round è stato guidato da Agronomics, affiancata da Invest FWD, Kering, Khosla Ventures, dall’attore Leonardo Dicaprio, New Agrarian, Regeneration.

 

  • Neva Sgr, fondo di venture capital facente capo ad Intesa Sanpaolo (di cui abbiamo parlato qui), ha annunciato un investimento follow-on, per un importo undisclosed, nell’americana vFunction, attiva nel segmento it.

 

  • a|impact, fondo di investimento focalizzato su imprese ad impatto sociale ambientale e culturale, ha annunciato la sottoscrizione di un round da 1,5 milioni di euro per Ecozema, società leader in Italia nella produzione e commercializzazione di prodotti compostabili.

 

  • LIFTT, veicolo di investimento torinese (di cui abbiamo già parlato qui), ha annunciato un investimento di 300.000 euro - all’interno di un round complessivo di 1.820.000 euro - in Habacus, startup partecipata da H-Farm e attiva nel mercato fintech ad impatto sociale.

  • Genuine Way, startup accelerata da Le Village by Crédit Agricole e in partnership con Lifegate e Ve-Chain attiva nel segmento blockchain, ha annunciato la chiusura di un round seed da 500.000 euro, guidato da una cordata di Business Angel internazionali del settore tech e sostenibilità, provenienti – tra le altre - da Svizzera, Italia, Germania, Scandinavia e Israele.

 

M&A:

 

  • Planet Smart City, scaleup attiva nello smart affordable housing, ha annunciato la sottoscrizione di un accordo in esclusiva per l’avvio di una due diligence finalizzata all’acquisizione di Politecna Europa, società italiana specializzata nella progettazione architettonica e ingegneristica. L’operazione ha l’obiettivo di creare un operatore nazionale con ambizioni internazionali specializzato nella progettazione con un focus particolare sul proptech e l’applicazione dei princìpi Environment Social Governance

 

  • Tinexta spa, società quotata a Piazza Affari, ha annunciato l’acquisizione, tramite la propria controllata Queryo Advance e per un importo undisclosed, di Nomesia, web agency specializzata nel supporto digitale sul versante commerciale. L’operazione genera una exit per i business angels di Italian Angels for Growth che avevano investito 270.000 euro nella società nel marzo del 2011.