#32, Un nuovo unicorno di italiani (all’estero) annunciato, 10 milioni per Treedom da investitori internazionali, 6 per Exein e (meno) 400 per EneaTech, cos’è successo questa settimana?

Edoardo Reggiani 24/09/2021

Mentre a Londra TrueLayer (scaleup fondata da italiani) chiude un round da 130 milioni guidato da Tiger Global raggiungendo lo status di “unicorn” e Heroes (sempre fondata da italiani) chiude un round di venture debt da 200 milioni guidato da Crayhill Capital Management, in Italia continua la saga di EneaTech che, dopo le vicende degli ultimi mesi, vede ridotta, per decreto del MISE, di 400 milioni la propria dotazione a favore di Invitalia.

Round interessanti ed internazionali per Treedom e Exein mentre Banca Valsabbina continua ad essere uno degli investitori di primo piano nel fintech nostrano.

Vediamo cos’è successo questa settimana:

 

Investimenti:

 

  • Treedom, scaleup fiorentina che permette di piantare alberi in giro per il mondo, ha annunciato un round da 10 milioni di euro sottoscritto da un pool di investitori italiani ed internazionali tra cui Exor N.V., DVR Capital, Ourcrowd, e i privati Nico Rosberg, Giorgio Chiellini, Luigi de Vecchi, Andrea Guerra, Giovanni Moratti, Allegra e Alessia Antinori, Pietro Valsecchi. L’intervento dei nuovi soci (pari a 7 milioni) completa il round da 10 i cui primi 3 erano stati investiti da Banca Generali (di cui abbiamo già parlatoqui).

 

  • Exein, scaleup romana attiva dal 2018 nel segmento cybersecurity dedicata all’IoT, ha annunciato un round di investimento da 6 milioni di euro guidato in qualità di lead investors da Future Industry Ventures ed eCAPITAL. Co-investitori del round gli attuali investitori tra cui United Ventures,che aveva guidato un precedente round da 2 milioni di euro nel 2018.

 

  • Banca Valsabbina (di cui abbiamo già parlato qui) ha annunciato la partecipazione ad un round di investimento aperto da Presiamoci Spa, acquisendo circa il 9,9% della società. Presiamoci è una piattaforma Fintech, autorizzata e vigilata da Banca d’Italia, attiva nel social lending da oltre 10 anni.

 

  • Cesarine.com, startup attiva nel segmento food experience, ha annunciato l’apertura di un round di investimento da 3 milioni di euro (tramite prestito convertendo) già sottoscritto per 1,1 milioni di euro da Fondo Rilancio Startup (gestito da CDP Venture Capital Sgr) e da Finalca (holding della famiglia Cazzola). La raccolta è finalizzata al finanziamento del piano industriale che prevede l’evoluzione al modello marketplace, l’ampliamento dello shop online e campagne di marketing. 

 

  • Athics, startup fondata nel 2018 che sviluppa soluzioni di intelligenza artificiale e di “Conversational AI Agents”, ha annunciato la chiusura di un round di investimento (dal valore undisclosed) da parte di Gellify e Azimut Digitech Fund (di cui avevamo già parlato qui). 

 

M&A:

 

  • Alchimia Spa, holding di investimenti facente capo a Paolo Barletta, Alessio Vinciguerra e Lorenzo Castelli e attiva nel segmento Venture Capital, ha annunciato l’acquisizione (per un importo undisclosed) del 34% di Stardust, realtà attiva nel settore dell’influencer marketing con 4,6 milioni di euro di ricavi nel 1° semestre 2021.

 

  • Busforfun, startup innovativa che opera nel segmento trasporti legati agli eventi, ha annunciato l’acquisizione (per un importo undisclosed) degli asset di BusRapido, altra startup attiva nel segmento dei trasporti, con l’obiettivo di sviluppare la mobilità on-demand.

 

 

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!