#61. CdP e BPER lanciano Gility con 12,4 milioni, closing a 250 milioni per Neva First, nuovi investimenti per BlackSheep e Utopia, e qualche operazione di M&A. Cos’è successo in questi giorni?

Edoardo Reggiani 22/09/2022

Non molto. Le ultime due settimane, nonostante le ferie siano ormai un lontano ricordo, sono ancora abbastanza calme. Interessante l’operazione di CdP Venture Capital e BPER per la co-creazione della piattaforma Gility. Incoraggiante anche il closing definitivo a 250 milioni di euro per il primo fondo di Neva Sgr, che dimostra come anche in Italia si possano creare soggetti con capacità di investimento rilevanti anche nel segmento vc. Per il resto qualche raccolta milionaria ed alcune operazioni aggregative, vediamo cos’è successo.

 

Investimenti:

 

  • CDP Venture Capital e BPER Bancahanno annunciato la sigla di una partnership industriale che prevede un investimento complessivo di 12,4 milioni di euro per la nascita di Gility, piattaforma dedicata alla formazione dei dipendenti delle PMI. L’iniziativa nasce come collaborazione tra il fondo Boost Innovation di CdP e BPER Banca. L’ex CEO di Lanieri (venduta a Reda nel 2020) Simone Maggi ricoprirà l’incarico di Amministratore Delegato della newco. 

 

  • Neva SGR, venture capital del gruppo Intesa Sanpaolo (di cui abbiamo parlato qui), ha annunciato il closing definitivo a quota 250 milioni di euro del primo fondo Neva First. Contestualmente ha anche annunciato di aver guidato un investimento in Tr1X, società biotech statunitense fondata dall’italiana Maria Grazia Roncarole che studia e sviluppa cure per malattie autoimmuni e infiammatorie attraverso l’ingegnerizzazione di cellule T.

 

  • BlackSheep MadTech Fund (di cui abbiamo parlato qui) ha annunciato il quinto investimento con un ticket da 2 milioni di euro in Hyper TV, startup che ha sviluppato la piattaforma Connected-Stories, dedicata alla gestione della creatività ideata per la pubblicità video, già utilizzata da clienti come Dentsu, Omnicom, McDonald’s, Audi, Mercedes, Bacardi, AT&T e Sky Broadcasting.

 

  • Eligo, startup fashiontech milanese, ha annunciato la chiusura di un round da 2.1 milioni di Euro. Il round ha visto la partecipazione di partner industriali attivi nel mercato del fashion, business angel e della Holding di Investimento Mazal Capital che, attraverso la costituzione di un apposito veicolo (Mazal Fashion), ha riunito un gruppo di investitori ed imprenditori.

 

  • Utopia SIS, società di investimento specializzata in healthcare e biomedicale, promossa e partecipata dalla Fondazione Golinelli e dalla Fondazione Sardegna, ha annunciato un investimento da 2,5 milioni di euro in T One Therapeutics, spin-off dell’Istituto Nazionale di Genetica Molecolare

 

M&A:

 

  • Vedrai, scaleup attiva nel segmento AI con un focus specifico sulle PMI (di cui abbiamo parlato qui), si unisce con Altea Federation, gruppo specializzato in consulenza direzionale e informatica con 1.600 dipendenti e oltre 4.000 clienti. L’operazione si sostanzia nella creazione della joint venture Vedrai Data Intelligence, partecipata al 51% da Vedrai e al 49% da Altea Federation.

 

  • BIP, multinazionale di consulenza con sede in Italia, ha annunciato l’acquisizione startup iNubo, fondata nel 2019 e attiva nello sviluppo di progetti di configurazione e customizzazione di soluzioni CRM per le aziende.

 

  • Avio spa, società attiva nel segmento spazio quotata allo STAR di Borsa italiana, ha annunciato la firma di un Memorandum of understanding con CDP Venture CapitalSGR per l’adesione a Takeoff, uno degli acceleratori di startup promossi da CDP Venture insieme a Fondazione CRT, Plug and Play Tech Center e OGR Torino.