Hotel Pulito, Di Cera: “Siamo il primo certificatore specializzato di igiene e pulizia”

Redazione BacktoWork 18/03/2021

Con Hotel Pulito le strutture alberghiere possono rendere noti i loro livelli igienici, la data dell'ultima sanificazione effettuata e i loro standard di pulizia. 

L’accresciuta attenzione dei cittadini per l’igiene e la pulizia delle strutture ricettive e dei luoghi aperti al pubblico è ciò che ha portato alla nascita di Hotel Pulito, startup che si occupa di fornire informazioni sulle condizioni igienico-sanitarie di hotel e alberghi. Jacopo Di Cera, uno dei fondatori, ci ha parlato del funzionamento e degli obiettivi dell’azienda.

Di cosa si occupa la startup e com’è nata l’idea di fondarla?

Hotel Pulito è nato nel primo trimestre del 2020 subito dopo l’inizio della pandemia. L’idea di fondare l’impresa deriva dal fatto che abbiamo iniziato a vedere un aumento della sensibilità dei cittadini nei confronti dei temi dell’igiene e della pulizia. Dato che non esisteva (e non esiste ancora oggi) uno standard di comunicazione su come viene dichiarato e gestito il livello di igiene delle strutture ricettive, né vi erano piattaforme dedicate esclusivamente all’aspetto igienico-sanitario, l’idea è stata quella di creare un sistema verticale e una piattaforma che potesse dare questo tipo di informazione in maniera chiara e rapida.

Ci siamo costituiti come società a giugno e il portale è stato lanciato a fine luglio. Dopo un mese abbiamo raggiunto quota cento hotel registrati e ora abbiamo chiuso alcune partnership importanti con l’Ospedale San Raffaele e con The Data Appeal, una società che ci ha reso disponibili 5 mila schede di hotel italiani. Da qui a trenta giorni avremo dunque circa 6 mila strutture registrate.

A chi si rivolge?

La nostra piattaforma si rivolge sia alle strutture ricettive che ai loro clienti. Le prime hanno la possibilità di raccontare il proprio livello di igiene e pulizia attraverso una Cleaning policy che abbiamo sviluppato grazie al Protocollo nazionale di igiene e pulizia creato da Federalberghi a maggio. Questa è fatta di 30 standard che riguardano una serie di elementi, dall’accoglienza all’ospitalità fino alla pulizia delle camere. Le strutture la compilano dopo essersi registrate all’interno della piattaforma in modo da poter rendere visibili in modo semplice, chiaro ed efficace i propri standard igienico-sanitari trasformandoli in una leva di reputazione e marketing per attirare clienti e partner commerciali.

Da parte sua l’utente che si reca su Hotel Pulito cerca la location dove si vuole recare e il sistema gli fornisce le strutture registrate in quel determinato luogo con un ranking. Si tratta di un algoritmo che si fonda su una serie di variabili: la prima è la completezza della Cleaning policy e la seconda il voto che le strutture ricevono una volta che l’ospite vi ha soggiornato. Il cliente ha così la possibilità di valutare gli standard di igiene, i metodi di sanificazione, i prodotti utilizzati per le pulizie e le procedure adottate dal personale. Una volta che ha soggiornato nella struttura prescelta può a sua volta assegnare voti a pulizia e igiene di camere e spazi comuni.

Qual è il vostro modello di business?

Hotel Pulito funziona come free service per la registrazione e il completamento della Cleaning policy. Per chi invece vuole avere la possibilità di inserire certificazioni che vadano a giustificare ciò che c’è scritto nella Cleaning policy vi è il Premium Pack. Questo offre anche la possibilità di avere un widget che indica il livello di pulizia e igiene, da mettere sul proprio sito web, sui canali social e all’interno della struttura. Chi accede al pacchetto avanzato ha quindi la possibilità di avere dei sistemi comunicativi diretti che danno visibilità del proprio livello di pulizia. Altre forme di revenue sono i travel ads e le commissioni.

Hotel Pulito

il primo tool di brand reputation per l’igiene e la pulizia nel settore Travel & Hospitality

Scopri il crowdfunding →

Quali sono le vostre peculiarità e cosa vi distingue dai concorrenti?

Noi siamo il primo certificatore specializzato sul fattore dell’igiene e della pulizia. La grande caratteristica che ci differenzia dalle altre imprese del settore è la verticalità: oggi nelle piattaforme che si occupano di ricezione e ospitalità sono presenti informazioni generali sulla pulizia ma, per esempio, non si possono caricare le certificazioni igienico-sanitarie, non si può avere un widget per il proprio sito, non si ha il ranking legato al fattore dell’igiene ma soltanto un punteggio dato da una serie di elementi diversi. Inoltre rispetto agli altri comunichiamo anche qual è la data di sanificazione più vicina al periodo in cui l’utente intende prenotare.

Qual è la vostra strategia di comunicazione?

Ad oggi abbiamo operato soltanto in ottica B2B facendoci conoscere a livello istituzionale senza comunicare ancora con gli utenti finali. Abbiamo lavorato tramite partnership e ufficio stampa per avere una visibilità che ci ha permesso di chiudere accordi importanti. Tra questi quello con Regione Sicilia, che ci ha indicato a centinaia di strutture, e alcune attività con Assosistema, vale a dire la parte di aziende che lavorano nel mondo dell’ospitalità.
Ora puntiamo a raccogliere 250 mila euro con la campagna di crowdfunding. Con i fondi raccolti, che verranno investiti tra attività di marketing e sviluppo, andremo nell’ottica B2C e quindi all’utente finale.

Quali sono i vostri obiettivi di medio e lungo termine?

A livello finanziario puntiamo ad arrivare a 300 mila euro di ricavi entro il 2021 mentre il nostro obiettivo a lungo termine è di arrivare a 2 milioni di turnover nel 2024. Per quanto riguarda l’espansione e la possibilità di accogliere strutture ricettive estere stiamo già lavorando per espandere in maniera verticale la nostra idea su altri territori come il Regno Unito. Con il nostro motore abbiamo anche già creato partnership molto interessanti per lavorare su altre categorie che hanno esigenze simili: per esempio abbiamo chiuso accordi per fare Palestrepulite.com e stiamo iniziando a focalizzarci anche sul mondo dei centri estetici con Salonepulito.com.

In che modo la pandemia potrà incidere ancora sul vostro lavoro?

Il progetto non si fonda su quanto dura il Covid. Alla base di Hotel Pulito c’è la certezza che dentro tutti noi sia maturata una consapevolezza diversa nel trattare il tema dell’igiene e della pulizia, sia quando si va al ristorante che quando si va in hotel o in palestra: ormai è diventato una priorità. Non ci basiamo quindi sulla durata della pandemia: crediamo molto di più nel cambio di consapevolezza da parte degli utenti, che sarà duraturo. La ricerca delle condizioni igienico-sanitarie di una struttura ricettiva diventerà infatti un trend che caratterizzerà il turismo nei prossimi anni.


Potrebbe interessarti anche:

startup & pmi crowdfunding

Startup, misure e incentivi fiscali per superare la crisi

startup & pmi crowdfunding

Come investire i propri risparmi nel 2020

crowdfunding

News, interviste ed approfondimenti di BacktoWork e del mondo dell'equity crowdfunding


Iscriviti alla newsletter

Se vuoi essere sempre aggiornato sui trend e sulle ultime notizie dal mondo dell'innovazione e delle startup iscriviti alla nostra newsletter!