XNext, il futuro della startup dopo la campagna di equity crowdfunding

Pubblicato 2 anni fa

Un overfunding di più di 200 mila euro e una campagna di equity crowdfunding che si è conclusa a quota 462 mila euro. XNext, la prima startup ospitata sulla piattaforma Equinvest, ha ottenuto subito un enorme riscontro.

Un cammino costellato di successi quello di XNext, la prima startup a lanciare una campagna di equity crowdfunding su Equinvest.

I due fondatori - gli ingegneri nucleari Bruno Garavelli e Pietro Pozzi- hanno creato XSpectraspeciali raggi X che riescono a individuare in tempo reale e ad elevata velocità contaminazioni e difetti di ciò che viene realizzato. 

Un’innovazione che si può applicare al cibo e ai farmaci, per renderli più sicuri e “puliti”, ma anche ad altri campi e prodotti.
Un’idea e un progetto che hanno portato la startup a essere scelta come la migliore del 2016 dall’Università Bocconi e su cui ha deciso di investire anche 
un giovane studente universitario, che ha creduto nelle sue potenzialità.

È trascorso più di un anno da quando si è concluso il round d’investimento - era infatti il mese di febbraio 2016 - e ora “l’azienda è più strutturata, con un capitale sociale importante e risorse finanziarie per completare lo sviluppo competitivo della macchina, che sarà presentata ai primi di maggio all’Interpack di Dusseldorf” spiega Garavelli. 
Ma non solo: la campagna di equity crowdfunding su Equinvest ha dato alla  startup “una bella visibilità” e “l’accesso a strumenti moderni di mercato”.

Un tipo di investimento che il team “consiglia sempre”, sebbene sia ancora troppo poco conosciuto: “Devo dire che c’è una scarsa cultura imprenditoriale anche nei più giovani verso queste forme che sono considerate delle americanate, e ovviamente per noi sbagliano” sottolinea Garavelli

E ora quali sono i piani per il futuro? “Stiamo progettando un nuovo round finanziario molto più importante dell’ordine di 5-10 milioni di Euro in modo da fornire le risorse per lo scale up dell’azienda, sia nel mercato food e sia in altre applicazioni, come la sicurezza controllo bagagli".