Artificial Intelligence: nuovo round per userbot, la startup italiana che rivoluziona il customer support

Capitali e competenze per la startup italiana che ha sviluppato una propria tecnologia in ambito AI per rivoluzionare l'assistenza clienti 

I videogiochi, l'auto col pilota automatico, Siri e persino Facebook, che con il suo algoritmo sceglie quali post farci vedere. Sono tutte pratiche che appartengono alla nostra vita quotidiana, che si basano sull'esperienza e su un motore di AI - Artificial Intelligence. Antropizzare le macchine, dotandole di caratteristiche peculiari dell'essere umano, come ad esempio il linguaggio, le percezioni visive o decisionali: è questa l'evoluzione del business nell'era della quarta rivoluzione industriale, dell'interconnessione e dei sistemi intelligenti. L'obiettivo? Far dialogare i macchinari, gli uomini e i brand/prodotti, razionalizzando la produzione, riducendo i costi e fornendo un customer care efficace e di livello.   

La nuova frontiera del servizio clienti on line si chiama Userbot, startup italiana pluripremiata e recentemente accelerata grazie a BacktoWork24. Fondata da geek under 35, Userbot supera il tradizionale concetto dell'assistente virtuale per il customer support, basandosi sull'integrazione di intelligenza artificiale e comprensione della richiesta e delle emozioni del cliente, per interagire automaticamente con quest'ultimo. Sulla rivoluzione del deep learning hanno scommesso due investitori, professionisti del medesimo settore, che hanno creduto nel progetto innovativo con un investimento di 300mila euro e che oggi contribuiscono concretamente alla crescita dell'azienda allargando il network di contatti e potenziali nuove partnership. 


«L'esperienza con BacktoWork24 è stata positiva e rapidissima, partita ad ottobre 2017 e resa pienamente operativa a febbraio di quest'anno - racconta Antonio Giarrusso, 29enne, mobile software engineer, Founder & CEO di Userbot e volto di copertina dell'ultimo numero di Millionaire - siamo rimasti molto soddisfatti della collaborazione e ci ha colpito lo standing elevato degli investitori che hanno partecipato all'evento del club deal». 

L'Intelligenza Artificiale proprietaria sviluppata da Userbot, che supporta real time i clienti durante il processo di acquisto - utilizzando se necessario anche foto, video e link multimediali - dopo aver conquistato molteplici aziende italiane, adesso punta a varcare i confini nazionali: «Investire in risorse umane e in sviluppo tecnologico, ampliare l'area new business e marketing e guardare all'estero: saranno questi i nostri prossimi passi - afferma Jacopo Paoletti Co-Founder & Chief Marketing Officer di Userbot - il nostro piano di crescita prevede infatti, parallelamente al rafforzamento del mercato corporate italiano, l'ingresso in nuovi mercati partendo da quello anglofono (Regno Unito e Stati Uniti in primis), a più alto valore, per poi concentrarci sul resto d'Europa (Francia, Spagna, Germania) e nel 2020 su Cina e Russia, augurandoci di continuare il percorso con BacktoWork24 per potenziare il nostro team ed esportare eccellenza made in Italy».